Novello o Beaujolais Nouveau

Staff | News Dec 10, 2019

macerazione carbonica

Il Novello e il Beaujolais Nouveau potrebbero essere definiti dei vini stagionali, considerata la regolamentazione sul periodo di uscita e la vita relativamente breve che hanno dopo la produzione.

La particolarità di questi vini dipende innanzitutto dalla tecnica di produzione utilizzata: la fermentazione carbonica.

Questa tecnica nasce negli anni '30 del secolo scorso a seguito di un tentativo mal riuscito di conservare l'uva integra dopo la vendemmia. In breve, questi vini vengono prodotti dopo che i grappoli interi sono messi in una cisterna che viene saturata di anidride carbonica. In questa condizione si innesca una fermentazione 'intracellulare' diversa da quella che solitamente si utilizza per produrre il vino. 

In questo modo si ottiene una bevanda dal contenuto alcolico più contenuto e vengono esaltate le note fruttate e morbide.

In Francia è consentito l'utilizzo di questo processo unicamente nella regione della Beaujolais, ed il vino così prodotto prende il nome di Beaujolais Nouveau. La commercializzazione è consentita a partire dal terzo giovedì di novembre e viene celebrata nella regione con una festa divenuta ormai tradizione.

In Italia invece la produzione di Novello non è legata ad un territorio in particolare, anche se buoni risultati si sono avuti in Trentino utilizzando il Teroldego ed in Puglia. Forse proprio questa dispersione territoriale ha contribuito al progressivo calo di appeal del novello, che ormai è molto meno ricercato che in passato. La commercializzazione del Novello è consentita a partire dal 30 Ottobre di ogni anno.

Sicuramente la piacevolezza di questi vini e le note fruttate li rendono adatti per essere gustati con i piatti tipici dell'autunno.

Vieni nei nostri negozi per scoprire tutti i novelli presenti nel nostro catalogo.

#enotechepiave #vinonovello #solocosebuone