miglior vino rosso Fiorentina

Se sei un amante della carne, di certo avrai già avuto l’occasione unica di assaporare una bistecca alla fiorentina.

Si tratta di uno dei piatti più famosi della cucina Toscana che va accompagnato con i rossi tipici della zona per vivere una perfetta e completa esperienza gustativa.

 

Per abbinarsi a questo succulento piatto toscano, un vino rosso deve possedere una buona struttura e corposità in grado di supportare al meglio il suo sapore intenso.

Scopriamo insieme quali denominazioni ed etichette scegliere per accostare il vino giusto alla bistecca alla fiorentina.

La bistecca alla fiorentina: un gioiello della tavola italiana

La bistecca alla fiorentina è uno dei piatti più conosciuti e amati della cucina toscana e si distingue per la sua semplicità e il suo sapore straordinario.

Originaria della città di Firenze, la sua tradizione risale a secoli fa, quando i contadini toscani preparavano le loro carni alla brace durante le feste. Oggi, questa preparazione è diventata una vera e propria istituzione culinaria, in cui la qualità e il taglio della carne rappresentano un elemento fondamentale.

 

La bistecca alla fiorentina non va confusa con la costata, si ottiene, infatti, dal taglio della lombata (che corrispondente alle vertebre lombari) e si presenta con l’osso a forma di T con il filetto da una parte e il controfiletto dall’altra. Questo particolare taglio garantisce una infiltrazione di grasso intramuscolare che la rende particolarmente succosa, tenera e saporita.

 

Il vitellone di razza Chianina è l’animale più indicato per ottenere un’eccellente bistecca alla fiorentina, ma il Consorzio di Tutela accetta anche l’utilizzo anche della razza Maremmana, Marchigiana e Romagnola, che possono essere macellate solo se tra un’età compresa tra i 12 e i 24 mesi.

 

Vediamo ora quali sono le denominazioni che meglio si sposano con questo piatto della tradizione toscana e che ne esaltano il sapore.

I rossi toscani: le denominazioni più famose

Il Chianti, il Brunello, il Bolgheri e il Nobile di Montepulciano sono quattro delle più famose denominazioni vinicole della Toscana, regione italiana ricca di tradizioni secolari che si sono tramandate nel tempo. Ognuna di queste denominazioni ha caratteristiche uniche, ma condividono una cosa in comune: la loro straordinaria qualità e la capacità di abbinarsi magistralmente con la carne.

 

Iniziamo con il Chianti, una delle denominazioni più conosciute in tutto il mondo, prodotta in un’area di 70 mila ettari tra le città di Siena e Firenze.

Questo vino nasce principalmente da uve di Sangiovese, che conferiscono al vino un carattere vivace e una buona acidità.

 

Passiamo ora al Brunello di Montalcino, una delle denominazioni più prestigiose d'Italia ed è prodotto esclusivamente con uve Sangiovese provenienti dalla zona di Montalcino in provincia di Siena.

È un vino limpido e brillante, dal colore granato vivace con profumo intenso e che al palato presenta sentori di sottobosco, legno aromatico, piccoli frutti, leggera vaniglia e confettura.

Un rosso complesso e strutturato che ben si sposa con la bistecca alla fiorentina e le carni grigliate.

 

Una delle denominazioni più recenti e innovative della Toscana Passiamo è il Bolgheri, che porta il nome di una frazione del comune italiano di Castagneto Carducci, nella provincia di Livorno.

Questa zona è nota per la produzione di vini rossi eleganti e complessi, spesso a base di uve internazionali come il Cabernet Sauvignon, il Merlot e il Petit Verdot.

I vini di Bolgheri sono caratterizzati da un profumo fruttato e speziato, con note di ciliegia, prugna e pepe, e un gusto rotondo e morbido, qualità che lo rendono un’ottima scelta per una cena toscana a base di carne.

 

Infine, il Nobile di Montepulciano, un vino prodotto nella zona omonima in provincia di Siena.

Questo raffinato rosso è prodotto principalmente con l'uva Sangiovese, che gli conferisce un carattere elegante e complesso. Il sapore fruttato e speziato con tannini dolci e rotondi che si sposa perfettamente con la fiorentina.

 

Vediamo ora la nostra selezione dei 5 vini rossi toscani che meglio si abbinano a questo piatto della tradizione culinaria italiana.

I 5 migliori rossi toscani per gustare al meglio la bistecca alla fiorentina

Come abbiamo visto, un rosso che sappia esaltare il sapore della bistecca alla fiorentina e che riesca a regalare un’intensa esperienza gustativa deve essere strutturato, complesso e avere una buona persistenza al palato

 

Poliziano Asinone Nobile di Montepulciano DOCG

Affinato in barrique per 18 mesi, è prodotto con uve di Sangiovese in purezza attentamente selezionate e raccolte a mano in piccole cassette verso la fine di settembre.

Un rosso dalla grande personalità, dal colore rosso rubino intenso e dal profumo elegante e complesso che spazia dai frutti di bosco alle spezie. Al palato risulta ricco, intenso, pieno ed avvolgente, ma con una buona freschezza. Il sapore è persistente e il finale ha un leggero sentore di caffè, caratteristiche che ben si sposano con i piatti della tradizione toscana come la famosa bistecca.

 

Collemassari Bolgheri Rosso DOC

È un vino prodotto nella zona di Bolgheri, a base di uve Cabernet Sauvignon, Merlot e Petit Verdot. Dal colore rosso rubino intenso e dal profumo fruttato, con note di ciliegia, prugna e spezie, in bocca risulta corposo, con tannini ben integrati e un finale lungo e persistente.

Grazie alla sua intensità gustativa e alla sua complessità aromatica si abbina perfettamente con la carne alla griglia e i saporiti piatti toscani.

 

Casanova di Neri Brunello di Montalcino DOCG

Questo Brunello si contraddistingue per finezza ed eleganza ed è prodotto da uve di Sangiovese al 100%, un vino strutturato con un grande potenziale di invecchiamento le cui qualità sono costanti nel tempo.

Al naso predominano note di bergamotto, violetta selvatica ciliegia e marasca, mentre al palato è disteso e armonico, intenso e succulento. Le sue incredibili qualità lo rendono perfetto se abbinato con carni rosse, cacciagione, brasati e formaggi stagionati.

 

Ruffino Riserva Ducale Oro Chianti DOCG

Si tratta di un Chianti dall’uvaggio composto per l’80% da Sangiovese, per il 20% da Merlot, Cabernet Sauvignon e altri vitigni complementari. I vigneti dai quali deriva sono coltivati nelle tenute Gretole e Santedame, situate nel cuore di Castellina in Chianti.

Al naso emergono i profumi fruttati di ciliegia e prugna, con note di cioccolato e pepe nero. In bocca risulta secco e sapido, con tannini decisi e un finale balsamico di tabacco dolce.

Questa sua freschezza e la sua struttura elegante fanno sì che si abbini molto bene con la bistecca alla fiorentina.

 

Tenuta Castelbuono Ziggurat Montefalco Rosso DOC - Tenute Lunelli

Concludiamo con un rosso toscano dall’ottimo rapporto qualità prezzo che nasce dall'unione di due vitigni forti, tipici delle aree intorno a Montefalco, il Sagrantino ed il Sangiovese.

Al naso colpisce subito per l’eleganza e la complessità degli aromi aperti di ciliegia e marasca, chiodi di garofano per finire in essenze balsamiche. In bocca è corposo e strutturato, con tannini potenti e un finale persistente. Il suo sapore intenso, ma fresco ne assicurano il perfetto abbinamento con la succosa carne tipica toscana.

I 5 migliori rossi toscani per gustare al meglio la bistecca alla fiorentina

In questo articolo abbiamo fatto un viaggio alla scoperta dei vini toscani che meglio accompagnano una cena a base di bistecca alla fiorentina.

La fiorentina è un piatto molto saporito e se ami la carne è un’esperienza immancabile, soprattutto se abbinata ai vini giusti.

 

Il Chianti, il Brunello, il Bolgheri e il Nobile di Montepulciano sono le nostre denominazioni preferite e che, secondo noi, sanno sposare ed esaltare al meglio le proprie qualità se abbinati a questo piatto straordinario della cucina toscana.

Prodotto aggiunto alla lista dei desideri