Dettori

Staff | Produttori Jul 22, 2018

dettori

Il solo nome di Badde Nigolosu ci porta dritti nella regione magica in cui si trova questa cantina: la Sardegna. Le Tenute Dettori si trovano nell’area della Romangia, una zona geografica del Logudoro che si trova tra Sassari e Castelsardo nella parte nord-ovest della regione.

La Sardegna, ormai collocata nell’immaginario collettivo come una terra di mari fantastici, è in realtà un territorio in cui pastorizia, agricoltura e produzione di vini sono tradizioni secolari. Al suo interno si possono identificare zone con terroirs molto differenti tra loro.

Nelle terre della Romangia la famiglia Dettori svolge la sua attività, in armonia con l’ambiente e con l’obiettivo di essere perfettamente integrata nell’ecosistema in cui si inserisce.

I vini prodotti qui sono autentica espressione della tradizione e degli uomini da cui provengono. Questi vignaioli si definiscono artigiani del Vino e della Terra, per l’attenzione, l’amore, la tenacia ed il rigore con cui lavorano.

I vini sono prodotti utilizzando sia uve autoctone (Cannonau, Pascale e Monica), sia uve che da secoli sono presenti nella regione (Vermentino e Moscato), a riprova della filosofia che muove l’azienda: realizzare prodotti della Terra unici, originali ed inimitabili. In questo solco anche la decisione di non utilizzare la DOC ma l’IGT Romangia: identificare un terroir ben preciso, di cui i vini prodotti sono espressione.

Anche le fasi della vinificazione sono volte a ridurre al minimo l’intervento dell’uomo: fermentazioni spontanee, affinamento per almeno due anni in vasche di cemento ed imbottigliamento senza filtrazioni o chiarificazioni.

Tra le etichette prodotte dall’azienda vi segnaliamo il Renosu Rosso.

Un vino dal rapporto qualità prezzo straordinario, che abbina corpo e piacevolezza. Cannonau, Monica e Pascale, sono assemblati per donare note di frutto, minerali e speziate. Perfetto per piatti a base di carne rossa.

In conclusione un’azienda autentica che rispetta profondamente l’ecosistema in cui opera, senza sopraffarlo o distruggerlo, per far sì che i propri vini ne divengano espressione autentica.