Gravner

Staff | Produttori Dec 10, 2019

joskogravner

Quando si dice Josko Gravner si pensa subito ad uno stile preciso: la vinificazione in anfora.

Ma la cantina Gravner non è solo questo: è ricerca dell’equilibrio tra uomo e terra, cha nasce dal legame profondo con l’ambiente che ci circonda.

Anche senza recarsi in azienda, basta dare uno sguardo al sito web (http://www.gravner.it/) per capire quale sia la filosofia produttiva: nella home page, in testa, c’è il calendario delle fasi lunari. La luna, astro che da sempre scandisce i tempi dell’agricoltura, della pesca e dell’allevamento.

Poi, se si ha la fortuna di conoscere il sig. Josko, si possono apprezzare dal vivo tutte le caratteristiche che sono espresse attraverso i suoi vini. Perché parte del terroir sono anche le persone che delle terre si prendono cura.

L’azienda si trova in Friuli Venezia Giulia, all’estremo est della regione, sul confine Italo – Sloveno. Qui le zone sono suggestive, con colline a volte impervie e scorci che regalano la sensazione di trovarsi immersi nell’isolamento assoluto.

Le viti sono coltivate con rispetto e attenzione, senza l’utilizzo di quelle che sono definite tecnologie moderne. La particolarità dei vini di Gravner sta non solo nell’utilizzo delle anfore, ma anche nelle macerazioni prolungate e nell’utilizzo di lieviti indigeni senza controllo della temperatura.

L'utilizzo di queste tecniche consente di estrarre dall'uva una quantità elevata di sostanze che donano al vino tono e personalità.

In particolare i bianchi sono profondamente diversi dal panorama dei vini friulani, e per questo da molti sono considerati estremi.

Per chi non li conoscesse vi consigliamo il Bianco Breg, adeguatamente invecchiato può regalare profondità gustative davvero sorprendenti.

Scopri tutti i vini di Gravner presenti nel nostro listino, clicca qui

#Gravner #vinoinanfora #enotechepiave #solocosebuone