Celebre per dare i natali ad uno dei vini rossi italiani più noti in tutto il mondo, il Montepulciano d’Abruzzo, il vitigno Montepulciano è la seconda uva a bacca nera più coltivata nel nostro Paese, seconda solo al Sangiovese. Ah! A proposito di Sangiovese! È opportuno specificare che il Montepulciano (vitigno) non ha niente a che vedere con Il paese di Montepulciano in provincia di Siena, né, tantomeno con il Vino Nobile di Montepulciano, prodotto con uva Sangiovese. Il vitigno Montepulciano è coltivato prevalentemente in Italia centrale e in particolare in Abruzzo, Marche e Molise. Ed è proprio in queste regioni dove il vitigno Montepulciano riesce ad esprimere al meglio le sue potenzialità regalandoci vini di grande carattere e spessore. Oltre all’eccezionale talento e talenti che possiamo trovare nelle cantine di queste regioni che sono in grado di creare dei veri e propri capolavori enologici, il Montepulciano d’Abruzzo deve sicuramente un grazie alle caratteristiche del terroir di questi territori che riesce ad esaltare al meglio le potenzialità del vitigno. Mediterraneo sulla costa e via via Continentale a mano a mano che ci sia avvicina all’Appennino, il clima e le caratteristiche del suolo di queste regioni sono l’ideale per un’ottima maturazione delle uve e un’eccezionale concentrazione ed eleganza degli aromi.

Il vitigno Montepulciano ci regala grandissimi vini sia vinificato in purezza che utilizzato per creare gli uvaggi, prova ne è che questo vitigno viene utilizzato per la produzione di oltre 50 tipologie di vini tra Doc e Docg.

Il vino simbolo prodotto da questo vitigno è il Montepulciano d’Abruzzo che grandissimi nomi del vino italiano come Emidio Pepe, Ciccio Zaccagnini e Masciarelli hanno reso famoso in tutto il mondo. Il Montepulciano d’Abruzzo è un vino rotondo e dal bouquet fruttato, floreale e speziato che si abbina in modo eccezionale alla cucina locale ed in particolare alla carne di agnello.  Altrettanto degni di nota e notorietà sono i marchigiani Rosso Conero Docg e Rosso Piceno Doc che negli ultimi anni stanno sempre più riscuotendo il giusto successo che meritano. Ah! Parlando di Marche e Montepulciano non possiamo non citare l’immenso Kurni della cantina Oasi degli Angeli, un grandissimo rosso che esprime appieno le potenzialità e la poliedricità di questo vitigno. Un altro vino a base Montepulciano, che non si può non citare è il Cerasuolo d’Abruzzo Doc, un vino rosato fresco ideale per accompagnare pietanze a base di pesce.

Vi abbiamo dato solo una semplice infarinatura su quello che è uno dei vitigni simbolo dell’enologia italiana e dei grandissimi vini che ne nascono. Se vi è venuta voglia di stappare una grande bottiglia di Montepulciano d’Abruzzo, sul nostro sito troverete le migliori etichette!!

Cin

Prodotto aggiunto alla lista dei desideri